Alcune semplici regole

  • La prima regola fondamentale in fatto di nanna, ma non solo, che presuppone un buon rapporto con il sonno è che la mamma si mostri serena e pacata poichè l’agitazione e il nervosismo possono facilmente essere trasmessi ai vostri figli, con la conseguenza che faranno fatica ad addormentarsi.

Se vostro figlio ha pochi mesi, è utile, per conciliare un buon sonno, eseguire un massaggio rilassante.


Mio figlio non dorme

Sollecitata dai numerosi imput del forum che vedono al primo posto nella classifica delle problematiche con i nostri figli il problema della “nanna”, ho deciso di aprire una nuova sezione dove cercherò di raggruppare tutti i consigli e suggerimenti relativi a questo argomento.


La pulizia del viso

E’ bene non lavare il viso dei bambini dentro la vasca dove si è fatto il bagnetto poichè ci potrebbe essere della pipì. Il viso andrebbe deterso con acqua bollita, si imbevono delle salviette e si passano delicatamente sul viso del piccolo. Non utilizzare soluzione fisiologica per la pulizia del viso.


Il bagnetto

Quello del bagnetto è un esperienza speciale, di grande comunione con la figura materna, per questo è bene farlo in un momento in cui fa bene a tutti e 2, ma soprattutto al bambino; va fatto tutti i giorni e ogni giorno si dovrà scegliere l’ora giusta che potrà essere mattino, pomeriggio o sera, e dovrà comunque essere un momento in cui il bambino è tranquillo, mai quando è nervoso, o ha mal di pancia, o è stanco e agitato:


Pulizia e asciugatura dei genitali

Quando si accudisce il bambino di qualcun’altro, nel caso di una tata per esempio, sarebbe sempre opportuno utilizzare un guanto quando si lava il sederino del bebè. Se la famiglia preferisce di no, si può evitare ma è bene lavarsi le mani sia prima che dopo la pulizia del sederino.

I bambini piccoli non vanno lavati nel bidet, meglio utilizzare il lavandino tenendolo sostenuto con un braccio, sul quale appoggerà sia la testa che una delle due spalle,..


I vestitini più adatti al nostro bimbo: quali scegliere?

vestitini per bambiniQuando si tratta di scegliere i vestiti più adatti al nostro bimbo sono quattro i fattori da considerare: il tessuto, la taglia, il prezzo e la sicurezza. Tessuto Cominciamo dal primo punto che poi è forse anche il più importante quando si parla vestire dei “modelli” molto ma molto piccoli. Per gli abiti dei bambini non si sbaglia mai se si sceglie il cotone, sia che esso sia realizzato attraverso processi ecologicamente sostenibili (cotone bio), sia che esso provenga dai classici processi di produzione industriale. Meglio ancora se il cotone della magliettina o del pantalone è, come si dice in gergo, “pettinato”; questa qualità aumenterà il comfort percepito dal nostro bimbo o dalla nostra bambina. Prezzo Il prezzo. Se si tratta di acquistare abiti per bambini, normalmente non ci si fa troppi problemi sul costo. Questo però non significa che bisogna per forza rinunciare a cercare la convenienza oltre la qualità. Ebbene la convenienza nasce innanzitutto dalla possibilità di scegliere; perciò guardatevi sempre in giro e non fate riferimento ad un solo negozio. Per farvi un’idea vestitini carini per bambini si possono trovare anche online: in siti esclusivamente dedicati ai prodotti per bambini, come Kiabi, oppure brand che hanno all’interno del loro sito una sezione apposita, come quella di H&M, o ancora in e-commerce come zalando.it, che ospita un marchio importante nel mondo dei più piccoli come Chicco in una pagina dedicata a prezzi vantaggiosi e scontati. Magari si può anche pensare di vedere e provare gli abiti in un negozio tradizionale e poi acquistarli a minor prezzo su internet.

Il termometro

Quando un bambino non sta bene, i primi segnali che ci avvertono di un suo malessere fisico, che altrimenti non sarebbe in grado di esprimere a parole, sono sostanzialmente l’interruzione o comunque la svogliatezza nell’espletamento delle attività quotidiane. Mi spiego meglio: quando un bambino smette di giocare, smette di mangiare, dorme male o poco, forse è il caso di interrogarsi sul suo stato di salute e, come prima cosa, misurare la temperatura corporea.

Il modo migliore per farlo….


Il linguaggio fiabesco

Con i bambini bisognerebbe parlare in modo FAVOLESCO/FIABESCO.

La fiaba è la storia di un bambino che sconfigge i nemici, e lui è il protagonista. Le fiabe si possono anche inventare, non occorre che siano chissà quali storie. Se ci abituiamo a parlare coi bambini in modo giocoso e poi quando è ora di imparare delle regole importanti mettiamo un attimo da parte il linguaggio favolistico, allora il bambino esegue perchè gli avremo fatto capire che su questo determinato argomento non si scherza.

Vi diciamo tutto sui bambini bulkcartsshop.com

Tutti i migliori trucchi per mamme e papà! Leggete il nostro blog.

Check out: www.nokbailing.com

Bisognerà abituare a mettere il bambino sul vasino, con pazienza, tutti i giorni alla stessa ora...

See also: ดูบอลสด