Le posizioni nel lettino

Nel proprio lettino il neonato deve assumere tutte le posizioni perchè se lo si lascia sempre nella stessa posizione tenderà ad utilizzare sempre quella.

Questo, soprattutto se il bambino è molto piccolo, potrebbe provocare lo schiacciamento della testa dietro o di lato, a seconda di quale sarà la posizione più spesso e più a lungo assunta.


Il vestimento

Veniamo ora a un argomento che potrebbe non sembrare particolarmente interessante, ma occorre fare alcune specifiche dal momento che nella mia esperienza di tata incontro talvolta bambini mal vestiti.

Quando dico mal vestiti non intendo che non sono abiti alla moda, quanto piuttosto che si esagera nel coprirli troppo, e si tende ad utilizzare tessuti sintetici che non lasciano respirare la pelle. Gli abiti dei bambini


Lo svezzamento

Dopo i 5 mesi di vita, il bambino passerà dal latte materno come unica fonte di nutrimento, allo svezzamento, quindi agli alimenti solidi. Quando il bimbo introduce una pappa, quindi il “cucchiaino”, non bisognerà più tenerlo in braccio ma seduto nell’infant seat o seggiolone, in modo tale che capisca che il cambiamento è anche un cambiamento di posizione oltre che di alimentazione. A 8 mesi si può già cominciare a dargli in mano il cucchiaino vuoto, in modo che prenda confidenza con lo strumento. Inizialmente lo butterà a terra più e più volte per misurare le distanze, il suono, il materiale di cui è fatto ecc..


Le cose da non fare

Il momento della buona notte va accompagnato con un rituale sereno.

I rituali sono caratterizzati dalla regolarità e dalla ripetitività. Se a un certo punto qualcosa comincia a non funzionare più come prima, li si può rielaborare o riempire con contenuti differenti.

I bambini hanno bisogno di un peluche, del pupazzo preferito o di un oggetto che tenga loro compagnia, in questo modo imparano a superare da soli i problemi che sorgono prima di andare a letto. Perciò i rituali che il bambino stesso stabilisce sono di grande aiuto.


Pazienza e determinazione

Siate determinati: se avete deciso che vostro figlio non deve più venire nel vostro lettone, mostratevi fermi e decisi in questa scelta, contemplando ovviamente qualche eccezione. Se i vostri figli avvertono la vostra determinazione, e credetemi che la percepiscono, capiranno che state facendo sul serio e dopo qualche tentativo di farvi cambiare idea, si convinceranno che non avete intenzione di cedere.


Nei panni di un bambino

Provate a mettervi nei panni di vostro figlio, diciamo dell’età di 15 mesi: sono le 19 di sera, è l’ora della pappa, e, come di consueto, dopo una giornata di giochi, esplorazioni, emozioni, vostro figlio aspetta con impazienza che arrivi il momento di godersi quella dolce magia in cui lo metterete nel lettino e, accompagnati da una dolce musichina lo accarezzerete amorevolmente sulla schiena per portarlo dolcemente nel mondo dei sogni.