Il linguaggio fiabesco

Con i bambini bisognerebbe parlare in modo FAVOLESCO/FIABESCO.

La fiaba è la storia di un bambino che sconfigge i nemici, e lui è il protagonista. Le fiabe si possono anche inventare, non occorre che siano chissà quali storie. Se ci abituiamo a parlare coi bambini in modo giocoso e poi quando è ora di imparare delle regole importanti mettiamo un attimo da parte il linguaggio favolistico, allora il bambino esegue perchè gli avremo fatto capire che su questo determinato argomento non si scherza.


Gli schemi di comportamento

Un bambino che cresce, diventa una persona e acquista i così detti “schemi di comportamento”, cioè acquisisce l’abitudine di reagire sempre alla stessa maniera di fronte a determinati eventi, come per esempio fare la pupù nel pannolone anche se non avrebbe più l’età per farlo. Negli schemi di comportamento il bambino prova piacere, per esempio quello che si butta per terra e urla o quello che continua a chiedere “voglio questo, voglio quello”, oppure ancora il bambino che tira calci quando viene sgridato.


Tra tata e bambino

Chi sta con il bambino COSTRUISCE UN BAMBINO, una bella responsabilità non vi pare? Oltre a mamma e papà, anche tutte le altre figure che ruotano attorno al bambino concorrono in questo, e in modo particolare la tata laddove una famiglia abbia deciso di avvalersi di un aiuto esterno.

Ciò che fa crescere un bambino è il tipo di rapporto che si costruisce con tutte le figure importanti nella sua vita, compresa la baby sitter. Quello che è importante sottolineare…


La scelta della famiglia

casaAbbiamo deciso di cimentarci in questa professione così difficile, bene, ma in quale famiglia entrare? La famiglia vuole sapere tutto della tata, ma anche la tata vuole sapere in quale famiglia entra, per es. separati in casa, famiglie con nonni, divorziati ecc… Tutto ciò ha un riflesso su di noi, per questo è importante che scegliamo il tipo di nucleo che sia più consono alla nostra visione di famiglia.

Quando entri in una nuova casa devi chiederti: “ma io in questa famiglia ci posso stare o non ci posso stare senza NERVOSISMI?”


Relazione o Competenza

babysitterLa professione di TATA è una professione a doppio binario: da un lato deve essere COMPETENTE e capace di stare in una famiglia. La competenza è quello che si sa fare con un bambino di 6 mesi, 1 anno, ecc…….. Ha a che fare con la pedagogia, la cultura, la conoscenza del bambino nelle varie età.

L’altra parte della professione, quella cioè di saper stare con la famiglia, ha a che fare con la gestione dei rapporti tra adulti, che è in realtà la parte più importante della professione di tata poichè si entra in una famiglia.


I bambini e l’amore

L’amore che definisce il rapporto tra un bambino e un adulto non è altro che il manifestarsi di movimenti emozionali che nascono in noi, e che sono in relazione con determinati movimenti ormonali e neuronali.