I bambini e l’amore

L’amore che definisce il rapporto tra un bambino e un adulto non è altro che il manifestarsi di movimenti emozionali che nascono in noi, e che sono in relazione con determinati movimenti ormonali e neuronali.

Per questo talvolta la parola “amore” viene utilizzata non per definire l’amore in senso assoluto, quanto piuttosto per indicare tutto ciò che è “affezione”, “abitudine” “desiderio”.

Tutti diamo per scontato che AMIAMO I BAMBINI, eppure quanto e quando lo dimostriamo questo amore verso di loro? Chiamiamo amore il desiderio che abbiamo che loro obbediscano sempre ad ogni nostro ordine? L’ansia di collocazione? Oppure ancora il senso di possesso?

Ma l’amore, cioè quello che i bambini dovrebbero sentire, ha a che fare con le sue aspettative, le aspettative di chi ci ama, non il senso di appartenenza : “è mio figlio”oppure “è mio marito”, o ancora “è la mia casa”… mio mio mio mio.

Quali sono le aspettative dei bambini? Accudirli e curarli pensiamo sia un amore sufficiente a renderli felici, ma non è così. L’infanzia è un età infelice per i bambini perchè loro hanno serie difficoltà a capire il mondo degli adulti. L’unica cosa che comprendono è che se si comportano bene allora avranno l’amore dei genitori, altrimenti verranno puniti o rinnegati.

Cerchiamo di amare i nostri figli  per ciò che “sono” e non per ciò che “fanno o non fanno” e aiutiamoli con tanta pazienza a capire questo complesso mondo degli adulti.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +4 (from 10 votes)
(Letto 160 volte)

Tags: , ,