Una boccata d’aria

E’ piacevole quando fuori è una bella giornata andarsene a passeggio.

Il bambino va sempre portato fuori almeno un’oretta al giorno sia d’estate che d’inverno, quella è la sua ora di footing, la sua ora d’aria. Se il bimbo è molto piccolo, starà nel passeggino e si avrà cura di  portarlo in un parco lontano dagli scarichi delle automobili.

Se invece è un po’ più grande….

e in grado di camminare da solo, lo si accompagnerà a scoprire il mondo, a vedere le foglie, raccogliere i fiorellini, osservare la natura.

Il bambino fuori si ossigena, e quando rientrerà a casa sarà stanco come se avesse lavorato perchè quello è il suo lavoro: osservare il mondo.

Fate attenzione a non vestire troppo i bambini, l’utilizzo di indumenti di cotone è preferibile a quelli in lana  poichè la pelle respira meglio, oppure utilizzare una lana leggera.

Alcune mamme preferiscono non fare uscire i bambini quando fuori è freddo o piove. Inizialmente seguirete le indicazioni della mamma, col tempo, quando si sarà acquisita un po’ più di confidenza, si cercherà di convincerla che il bambino sarà ben coperto e che se sarà troppo freddo rientrerete a casa. Poco alla volta cercherete di convincerla della vostra competenza.

Un consiglio veramente utile che posso darvi è questo: i bambini non si ammalano con la pioggia nè tanto meno con il freddo, i bambini, come gli adulti, si ammalano con i colpi d’aria, pertanto l’unica situazione in cui è preferibile rimanere al calduccio è quando fuori tira vento.

Buona passeggiata a tutti

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: -1 (from 11 votes)
(Letto 324 volte)

Tags: , , , , ,

Commenti (1)

  • Avatar

    mamma2008

    |

    Belle parole….io sono una mamma che la pensa come te….copro sempre “poco” il mio bimbo, non esagero mai (almeno credo…ho sempre il dubbio di coprirlo poco perchè magari anch’io uscendo sento un po’ di freddo….ma spesso lascio tutto così…dico se non si ammala, non ha febbre….magari ha i soliti raffreddori che si prendono come niente respirando l’aria piena di batteri…vuol dire che sta bene!penso!)
    Ma per i nonni!!!! disastro…quando sta con loro….il cappello non deve mancare, la sciarpa, la giacca pesante, la felpa o maglioncino, i pannaloni pesanti, e i guanti…basta l’inizio dell’inverno per metterli sul chi va la’ e accusare che noi genitori non lo copriamo abbastanza….fino a circa 2 settimane fa si usciva con bodi di cotone, maglia di cotone (leggero), felpa con cappuccio e cappellino, e smanicato (gilet imbottito come per noi genitori)….non le dico!!!allora siamo passati (ma anche noi perchè è arrivato il freddo …zona torino) a maglia di cotone (caldo cotone) e giacca imbottita e cappellino e se proprio era freddo allora felpa (ma non troppo felpata) o maglia in cotone (tipo giacchine)….ma anche qui i nonni aggiunta di sciarpa e guantini e i pantaloni devono essere felpati (tipo tuta) o se sono in cotone (tipo jeans) fa freddo!!!! E’ UNA LOTTA CONTINUA
    E quando si entra in qualche locale io via tutto cappellino, giacca, al max si lascia giacchina slacciata…e loro….MA ESAGERI dicono!
    E quando c’è nebbia….è umido è freddo….e non c’è il sole …fa freddo…Ecc… ecc…
    CIAO

    Reply

Lascia un commento