L’età dei no

Quando il bambino diventa più grandicello, tra i 2 e i 3 anni per intenderci, inizia la fase dei NO. In questa fase è importante creare un ALLEANZA col bambino perchè comincia ad essere difficoltoso imporre REGOLE….

A questa età prende gusto a dire NO poichè scopre il grande potere di questa parolina e ciò che essa suscita in mamma e papà. Lo sente dire da tutti, dai genitori, dai nonni, dalla baby sitter, per questo intuisce che deve essere qualcosa di molto importante e quindi comincia ad utilizzarla anche lui, non tanto per negare quanto per detenere il POTERE.

Inutile dunque attuare un tira e molla “si lo fai” – “no, non lo faccio” – “e invece la mamma ha detto di si” – “no” – “si” – “no” – “si”….. come fare?!?

Lasciate che si diverta a gestire questo potere, almeno per i primi tempi, per avere così una sua collocazione all’interno del nucleo familiare. Di volta in volta poi cercherete di capire se quel NO è una negazione a tutti gli effetti o se è solo una manifestazione del potere. Se vi accorgete che è un NO detto per gestire l’autorità allora gli mostrerete quanto siete contenti che abbia imparato una nuova parolina. Non mostratevi sconcertati di fronte a quelle due letterine quando non è una vera e propria negazione: mamma “Marco, vieni che adesso mangiamo la pappa” Marco “no” – mamma “ma che bravo che sei, hai imparato a dire no, ora vieni che mangiamo la pappa”. Occorre far finta di nulla e continuare per la propria strada. Con i bambini non bisogna accettare sfide, non bisogna mettersi a polemizzare ma far finta di nulla e continuare a fare le cose con autorevolezza, senza dare troppe spiegazioni.

E’ importante inoltre non sovraccaricare il bambino di responsabilità: i bambini non devono avere la responsabilità della scelta delle cose che vanno bene per loro perchè solo l’adulto sa cosa è bene per lui. Per questo, mai rivolgersi ad un bambino dicendo “vuoi questo, vuoi quello”… se si ritiene che sia l’ora della passeggiata ci si rivolgerà al piccolo marmocchio non chiedendo “vuoi uscire” bensì “ora ci mettiamo la giacca e andiamo a fare una bella passeggiata”.

Buona passeggiata a tutti 🙂

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +6 (from 14 votes)
(Letto 962 volte)

Tags: , , , ,