E’ ora di dormire

NannaI bambini hanno ritmi diversi gli uni dagli altri, così come diversamente mostrano il loro disagio, se sono stanchi, se hanno fame, se hanno il pannolino sporco ecc..Parlando di bimbi piccoli (0-3 anni), occorrono molta sensibilità e una buona capacità di interpretare i segnali per capire di che cosa ha bisogno in quel momento.

Generalmente quando un bimbo è stanco, si stropiccia gli occhi, si strofina le orecchie, diventa un po’ piagnucoloso… beh, se i segnali sono questi, molto probabilmente il bambino che avete di fronte ha sonno, a meno che non abbia un principio di influenza o altro tipo di malattia fisica.

Fate attenzione perchè nella maggioranza dei casi, i genitori cercheranno di spiegarvi come il bambino è abituato ad addormentarsi, per esempio in braccio ma stando in piedi (povera la schiena della tata), nel lettino ma con un ciuccio in bocca e altri 4 in mano, oppure ancora sdraiato si ma non nel suo lettino, ma nel lettone di mamma e papà, ecc…ecc…ecc…

Non fatevi ingannare, se siete delle persone attente e diligenti, rassicurate pure i genitori sul fatto che la modalità utilizzata sarà la medesima, ma col tempo, quando avrete acquistato la fiducia dei genitori, addormentate il bambino come meglio credete. Spesse volte si è abituati a pensare che i bambini usino medesime modalità con mamma e papà, con tata, con i nonni ecc… ma facendo questo lavoro ho imparato che non è così.

I bambini sono perfettamente in grado di adeguarsi ai diversi metodi con le diverse persone, quindi impareranno a dormire nel lettone con mamy e papy, nel loro lettino quando sono con la baby sitter, (e senza ciuccio) sul divano con i nonni e chi più ne ha pù ne metta.

Ricordatevi: un bambino è UNA TOTALITA’ POSSIBILE, potete istruirlo a fare qualunque cosa, l’importante è non arrendersi ai primi tentativi non andati a buon fine.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +15 (from 29 votes)
(Letto 1.179 volte)

Tags: , , , ,