Alcune semplici regole

  • La prima regola fondamentale in fatto di nanna, ma non solo, che presuppone un buon rapporto con il sonno è che la mamma si mostri serena e pacata poichè l’agitazione e il nervosismo possono facilmente essere trasmessi ai vostri figli, con la conseguenza che faranno fatica ad addormentarsi.

Se vostro figlio ha pochi mesi, è utile, per conciliare un buon sonno, eseguire un massaggio rilassante.

Esistono in commercio libri che spiegano passo passo come eseguire da soli dei validi massaggi ai vostri bebè.

  • La seconda regola importantissima, che se rispettata ha degli effetti notevoli, quasi matematici, che io stessa ho potuto constatare con diversi bambini che ho accudito (ci tengo a sottolineare: che ho accudito, questo per farvi capire che pur non essendo figli degli stessi genitori, sono riuscita ad impostare una routine che col tempo hanno accettato molto volentieri, e dalla quale si sono sentiti avvolti) dicevo è molto importante cercare di stabilire un ritmo e mantenerlo.

Per esempio: il piccolo andrà messo a letto, sia per il sonnellino del giorno che per la nanna notturna, sempre alla stessa ora e con le medesime modalità. I bambini sono ABITUDINARI, hanno bisogno estremo di routine, si sentono profondamente rassicurati e sereni quando ricevono sempre le stesse cose e quando sanno sempre cosa aspettarsi in un determinato momento della giornata. Per questo alcuni bambini preferiranno addormentarsi magari dopo un bagnetto rilassante, altri gradiranno abbandonarsi al suono di una dolce ninna nanna, altri ancora potranno preferire il sottofondo di un carillon con quelle dolci musichine fatte apposta per la nanna, ecc…

Qualunqua sia la modalità, escludendo a priori di addormentarli in braccio perchè non è sano nè per i bambini nè per la schiena della mamma, dicevo, qualunque sia la modalità preferita da vostro figlio, una volta individuata, adottatela sempre senza mai cambiarla e applicandola sempre con le medesime cadenze e alla medesima ora.

Qualche volta potrà non funzionare, forse vostro figlio non sta bene, sta mettendo i dentini ecc… In talune circostanze sarà necessario apportare modifiche dovute allo stato di salute alterato o a circostanze esterne, ma quando tutto torna alla normalità, riprendete rigorosamente il metodo che avrete valutato essere il preferito per voi e vostro figlio.

Rimarrete stupiti, dopo un po’ che lo applicherete, della velocità con cui vostro figlio prenderà sonno e di quanto lo apprezzerà.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +9 (from 15 votes)
(Letto 561 volte)

Tags: , , , , , ,